0 MARCHI
SELEZIONATI
Request information
Details




Quanto ti viene chiesto è in ottemperanza al Regolamento Generale sulla Protezione Dati UE 2016/679 (GDPR). Ti invitiamo a leggere l'informativa completa.
June 13, 2019

Sushi sì, ma rivisitato – Come aprire un sushi bar

Negli ultimi anni c’è stata una moltiplicazione di un nuovo tipo di ristoranti fast-food a base di pesce: bar di manzo. Conquistati dalla salubrità di questi componenti e della loro freschezza, dai sapori e dal milione di variabili degliitaliani e combinazioni, gusti e non solo, sono stati sconfitti dalla cucina e in particolare dal sushi. Da qui la proliferazione di ristoranti specializzati in carne bovina come chioschi di sushi, sushi bar e ristoranti gourmet oggi. Leggi anche: il modo di iniziare un ristorante-guida completa. Visita la classe Catering in franchising Oltre alla sezione Sushi Franchising e Fusion Cuisine

Un business innovativo

In ogni città importante oggi ci sono già innumerevoli ristoranti specializzati in cucina giapponese di vario tipo, molti dei quali preparano carne, un alimento alla moda, gustoso e salutare. L’apertura di un ristorante di sushi, premiato con il suo grande successo, è ancora possibile con risultati eccellenti nonostante l’alta competizione e, proprio per questo, è fondamentale ricercare un formato insieme a una proposta che combini la tradizione della cucina giapponese con l’innovazione. Un’idea interessante è sicuramente quella di avviare un sushi bar, o un luogo più informale dove i clienti, seduti al ristorante o in un bancone, possono gustare un sushi fresco pronto davanti agli occhi da un bravo uomo di sushi. Questa sistemazione per la ristorazione è apprezzata per molte ragioni. Per cominciare, il consumatore vede il suo sushi essere pronto in quel momento, notando così la freschezza e godersi lo spettacolo di questo lavoro di base, la cucina è infatti “viva” e posizionata al centro delle sessioni e dei clienti. Ciò consente non solo la creazione di un formato curativo rapido, ideale anche per dipendenti e studenti durante le pause pranzo, ma consente al consumatore di “verificare” la reale freschezza del pesce e degli altri ingredienti. Inoltre, come risultato del sushi, sia per il suo sapore che per le proprietà benefiche dei suoi ingredienti utilizzati ha sconfitto un enorme gruppo target di consumatori, dalle “fashionistas” alle persone che seguono una dieta sana, dagli amanti della cucina e della tradizione giapponese per persone che, curiosamente, amano provare nuovi sapori. La possibile clientela di un sushi bar comprende di conseguenza sia i giovani che le donne, gli adulti, gli studenti, i lavoratori, i turisti e chiunque sia alla ricerca di un pasto veloce, salutare e fresco con il gusto “orientale”.

Come avere successo

È bene ricordare che la clientela di un sushi bar initalia è composta in gran parte da giovani se il target di riferimento è in crescita. Sulla base dello scopo verranno calibrate le tecniche di pricing, marketing e comunicazione, così come la progettazione e la disposizione degli spazi e degli ambienti. Il trucco per aprire un sushi bar che avrà successo sarà un’attenta scelta del luogo. Le ipotesi di una piccola-media impresa (da 50 a 70 metri quadrati in base alla quantità di sessioni) situate in enormi città (bacino di utenza di circa 30.000 persone o più) in cui vi è un obiettivo composto principalmente da giovani, turisti, studenti e giovani dipendenti che adorano le novità e il piacere saranno il luogo ideale per aprire un sushi bar benestante. Un’indispensabile lungimiranza sarà quindi quella di offrire una cucina della massima qualità, indipendentemente da quale sia la fascia di prezzo. I componenti devono essere abbastanza freschi e di alta qualità e dovrai prendere (se non sei in prima persona) un esperto e capace uomo di sushi dalla cucina. Inoltre, il menu e il manzo per reinterpretare l’abilità di un piatto tradizionale saranno fondamentali per differenziarti dalla concorrenza, attirando così nuovi clienti. La promozione riguarda Le campagne promozionali, l’inaugurazione, gli eventi e le serate a tema, le offerte periodiche, la presenza sui social network e un sito accattivante, oltre alla consegna a domicilio (spedizioni di cibo) saranno probabilmente delle piccole precauzioni che faranno davvero la differenza per il successo del sushi bar. In particolare, visto che il sushi, insieme a pizza e panini, è oggi uno dei principali alimenti richiesti dai clienti che utilizzano il servizio di consegna del cibo, sarà fondamentale occuparsi del servizio di consegna del sushi a casa, assicurandosi di creare consegne veloci puntuale, insieme a tutta l’attenzione al cliente e alle esigenze specifiche, con attenzione al feedback e soprattutto con attenzione alla confezione che dovrà mantenere inalterato il gusto e la freschezza anche di piatti non cotti e molto più delicati.

Cosa serve, i costi

Per avviare un sushi bar, un ristorante di medie dimensioni sarà sufficiente-piccolo, purché sia ​​una buona visibilità e una presenza di parcheggio. I mobili possono essere minimi purché combinino elementi di sushi giapponesi normali e naturali con la modernità e l’invenzione di locali occidentali. L’attrezzatura deve essere eccezionale e di qualità per la sua preparazione e conservazione ottimale di pesce fresco, verdure, riso e altro piatti serviti in aggiunta al sushi.Per influenzare in modo significativo i prezzi saranno quindi il personale e le materie prime dal costo più alto. Nel mettere a bilancio i costi e l’investimento iniziale, così come i componenti di cui sopra, anche gli obblighi di promozione e burocratici devono essere considerati. Per avviare un sushi bar più piccolo sarà richiesto un investimento minimo di circa 50.000 euro. Questa somma è facilmente vulnerabile a aumenti considerevoli. Ad esempio, se si sceglie di avere una sede più ampia con poche sessioni immediatamente, è anche possibile richiedere 90.000-100.000 euro per l’investimento iniziale, che coprirà i costi di installazione, leasing, servizi, attrezzature, personale, pubblicità, eccetera..

Iter e requisiti

Per aprire un sushi bar sarà fondamentale avere entusiasmo, esperienza e conoscenza della cucina e della cultura giapponese. Insieme a questo, l’imprenditore deve avere uno spirito imprenditoriale, acume finanziario, capacità manageriali e organizzative e la capacità di selezionare i fornitori e il personale con estrema cautela. Una volta verificato che l’imprenditore possiede non solo requisiti privati ​​ma anche requisiti morali e abilità professionali necessarie per iniziare un sushi bar, sarà sufficiente seguire la seguente procedura burocratica: Particolare Comunicazione (da consegnare via computer tramite PEC, Permette di effettuare più di una soddisfazione e comunicazioni in un unico passaggio) Vedi i migliori Tavern in franchising qui