0 MARCHI
SELEZIONATI
Request information
Details




Quanto ti viene chiesto è in ottemperanza al Regolamento Generale sulla Protezione Dati UE 2016/679 (GDPR). Ti invitiamo a leggere l'informativa completa.
June 13, 2019

L’esplosione del Bubble Tea: Come Aprire un Bubble Tea in Franchising


I clienti di oggi sono alla continua ricerca di novità e originalità rispetto alla nutrizione. L’ultima tendenza, apprezzata da adulti, bambini e influencer, è il tè alle bolle, noto anche semplicemente come boba. Confronta tutti i migliori Franchising Drink Bubble QUI

Che cos’è e dove nasce


Il tè alla bolla è una bevanda, ma oltre a essere ubriaco mastica anche lui. La componente liquida è costituita da latte, vegetali o animali, insieme a tè o succhi di frutta, mentre la parte solida è inizialmente costituita da perle di tapioca, spesso sostituite con varianti gustose o salutari come caramelle, gelatine, mele a base di frutta, succhi o verdure , o anche semi di vario tipo come quelli di lino o chia.Nato in Asia, a Taiwan, negli anni ’80, la bevanda boba divenne presto più popolare di yogurt o gelato in Asia, diffondendosi rapidamente anche negli stati uniti. Tornato in Europa, e in particolare initalia, la bevanda a base di bolle è arrivata solo negli ultimi due decenni. Prima consumata principalmente da coloro che, per origine o per vacanza, erano stati negli Stati Uniti o in Asia, il tè a bolle presto conquistò un vasto gruppo di consumatori. I bambini lo adorano perché è creativo e colorato, gli adulti dato che è un oggetto originale, saporito e, anche con le combinazioni perfette, troppo salutare, mentre spopola tra blogger e instagrammers per la sua fotogenicità.

Perché aprirne uno


L’apertura di un negozio di tè e di una bevanda a bolle potrebbe essere con la dovuta cura e anche, un’azienda. Oltre a fornire l’assortimento perfetto di bubble green, originale, delizioso e sano, è necessario valutare la possibilità di combinare diversi prodotti come yogurt, gelato, centrifugati e centrifugati, succhi, snack e succhi, snack a base di frutta e verdura e altro merci di caffetteria o pasticceria. La diffusione delle bevande a bolle initalia è tuttavia dovuta alle reti. In realtà, grazie a questa formula, i primi negozi, leader initalia, specializzati in bevande a bolle, hanno potuto espandere rapidamente la propria comunità, a volte anche a livello europeo o mondiale, distribuendo il know-how acquisito a tutti gli affiliati oltre a la direzione e le strategie operative e un formato già testato, analizzato e utilizzando un menu di sicuro successo e successo sul mercato locale.

I vantaggi del franchising


Se lanciare un negozio di bevande bolle potrebbe essere rischioso per le persone che non hanno esperienza imprenditoriale, manageriale o di catering, non è nel caso in cui si sceglie di affidarsi a una realtà di franchising affermata. In grado di addestrare, assistere e supportare l’affiliato, portandolo alla realizzazione attraverso l’uso di un marchio già noto, campagne di promozione centralizzate, gestione semplificata e un formato più “chiavi in ​​mano”, come il servizio per la ricerca di tali ipotesi e il scelta del personale, pianificazione e progettazione del negozio, fornitura completa di arredi, attrezzature, software e materie prime oltre all’accesso a prezzi di listino preziosi prenotati per una rete con una maggiore potenza commerciale rispetto al singolo imprenditore.

Cosa serve: iter, requisiti e costi


Per aprire un negozio di bibite in franchising, una piccola stanza (a partire da 20 metri quadrati) può essere sufficiente, purché sia ​​situata in una regione strategica e rispetti i requisiti e gli standard imposti dalla casa madre (superficie minima, bacino, tipo di obiettivo e visibilità, ecc.). Generalmente, non appena viene avviata una franchising in franchising, è la casa madre che si prende cura di tutto, o comunque offre il servizio al franchisee per ottenere praticamente tutte le operazioni cruciali, ad esempio, la ricerca del luogo, l’impostazione, l’elaborazione delle pratiche burocratiche, ecc. Quando si tratta di esigenze legali e burocratiche, l’avvio di una bevanda in franchising richiede: Aprire un assaggio di tè in franchising, un investimento minimo iniziale di circa 10.000 euro, raggiungendo un investimento medio di circa 20.000 euro per formati più complicati, per marchi più noti o locali di dimensioni maggiori. Confronta tutti i migliori Franchising di tè in bolla