0 MARCHI
SELEZIONATI
Request information
Details




Quanto ti viene chiesto è in ottemperanza al Regolamento Generale sulla Protezione Dati UE 2016/679 (GDPR). Ti invitiamo a leggere l'informativa completa.
June 13, 2019

Costi per Aprire un Alimentari

Il settore alimentare è in crescita e oggi rappresenta un grande investimento per le persone che desiderano spostarlo da solo. Tuttavia, l’apertura di un negozio di alimentari richiede un’attenta pianificazione e gestione. Tra tutti gli elementi, forse la prima vera barriera riguarda l’indagine e il contenimento dei costi iniziali di avviamento. Vedi anche: Per iniziare un supermercato-Guida completa Visita Franchising Alimentari QUI Per avviare un negozio di alimentari di successo sarà quindi fondamentale valutare e finanziare le spese iniziali di avviamento e il relativo budget di cui dovrete disporre, nonché i costi di gestione successivi. Stimare in modo prudente le spese di apertura di un supermercato può davvero fare la differenza tra fallimento e successo. Essere preparati a gestire i costi iniziali di investimento e di gestione è di vitale importanza, in particolare per la prima fase dell’attività che funzionerà per il ritorno dall’investimento prima di generare profitti reali.

Qualche consiglio per risparmiare

L’apertura di un negozio di alimentari richiede un investimento importante, tuttavia è probabile che si mantengano bassi i costi prestando attenzione a elementi distinti quali locali, luogo e reperimento di espositori e attrezzature. Il primo modo di conservare sarebbe iniziare in piccolo selezionando per il tuo negozio cibo un po ‘di spazio, situato in luoghi non centrali e in ottime condizioni di partenza che non richiedono interventi strutturali. Con questi dispositivi sarà possibile ridurre le spese relative all’affitto e alle utenze, la pianificazione e la prima fonte per il riempimento del negozio, nonché i costi di rinnovi e modifiche. L’area scelta per l’apertura deve in ogni caso avere una buona visibilità, un bacino di raccolta decente e un’esigenza reale dall’obiettivo di riferimento di questo tipo di attività. Includere le spese per iniziare un alimento sarebbe quello di localizzare tutti i mobili, le attrezzature, l’hardware e le applicazioni di gestione, i frigoriferi e i congelatori, così come tutti gli espositori, sul mercato usato o tramite un prestito per il leasing e l’uso. Inoltre, vi sono numerosi suggerimenti sui costi. Soprattutto in alcune delle industrie molto popolari come i prodotti tipici, fermentati o biologici, ci sono numerose proposte di affiliazione che richiedono una spesa media compresa tra 10.000 e 30.000 euro. Infine, prima di avviare un negozio di alimentari, sarà utile esaminare alcuni finanziamenti e servizi offerti dalla Regione, dall’Unione Europea e dagli istituti di credito personali. Di fatto, spesso vengono pubblicati bandi di gara su particolari Regioni o territori, specifici settori d’azione o specifiche categorie di imprenditori (giovani, donne, disoccupati, ecc.) A cui sono rivolte le opzioni finanziarie semplificate.

Quali alimentari hanno più successo

Nel mercato moderno, sempre più attento alla salute, alla fonte delle materie prime oltre alla sicurezza alimentare, i prodotti alimentari più potenti e richiesti sarebbero i minimarket specializzati in prodotti come i celiaci, anche per le persone con intolleranze alimentari o allergie come nicchie di commercio naturale e equo. Il risparmio su prodotti e materie prime non è contemplato, per avere successo, la qualità è sicuramente il punto di partenza, cercando di fornire prezzi competitivi ai clienti nello stesso momento. Un’opzione fantastica per aprire un supermercato di successo con ottimi margini di profitto, anche se i costi delle materie prime non saranno diminuiti, è quindi di offrire almeno in parte prodotti a 0 km, biologici, sostenibili e anche prodotti senza glutine, lattosio , eccetera.

Stima dei costi e dell’investimento iniziale

In base a quanto grande è questa stanza, il suo posto, gli interventi necessari per accogliere e impostare gli spazi e anche il tipo di prodotti offerti, i prezzi di avvio possono variare considerevolmente. Avviare un piccolo alimento nella zona periferica può effettivamente essere sufficiente tra 40.000 e 50.000 euro, mentre per un cibo con primi prodotti alternativi, più grandi o situati in centro città, si potrebbe ritenere necessario un budget di oltre 100.000 euro. Mantenendoli al minimo, i costi importanti e primari da affrontare per aprire un supermercato (mettendo l’Evento di un’area di piccola-media grandezza, situata in un luogo non centrale) sarebbero: Confronta QUI il cibo molto migliore per il franchising