0 MARCHI
SELEZIONATI
Request information
Details




Quanto ti viene chiesto è in ottemperanza al Regolamento Generale sulla Protezione Dati UE 2016/679 (GDPR). Ti invitiamo a leggere l'informativa completa.
June 13, 2019

Aprire una Scuola di Cucina in Franchising

Le scuole di cucina sembrano essere aziende alla moda e di grande successo. Nemmeno i suggerimenti di franchising vengono fatti aspettare, dai marchi e dalle migliori aziende del settore della cucina, che permettono di avviare una scuola per coloro che non sono nemmeno uno chef stellato. Ci trovi le migliori scuole di cucina in franchising

Perché aprire una scuola di cucina, il target e perché scegliere il franchising

Accompagna le numerose serie TV e app che gestiscono la cucina, dai reality show e dai concorsi ai viaggiatori “di cibo” che rilevano bizzarre cucine da tutto il pianeta, l’entusiasmo per cucinare insieme al desiderio di sperimentare con il cibo è in continuo aumento di un enorme obiettivo delle persone. Le scuole di cucina non sono più solo i veri fan che mirano a lavorare nel settore come cuochi, cuochi, pasticceri e chi vuole imparare tutte le strategie del mestiere, ma anche gente comune per chi cucina solo un passatempo e un piacere. Bambini, adulti, ragazzi, anziani, l’obiettivo delle scuole di cucina è così eterogeneo da dover fornire corsi e lezioni a seconda della fascia d’età e della varietà di cucina di interesse. Nelle scuole di cucina di maggior successo è probabile che localizzi molte classi distinte, da quelle convenzionali che trattano ogni tipo di piatto a 360 °, passando per corsi di pasticceria e corsi per stranieri che desiderano imparare ricette convenzionali e skillet, da classi che durano solo una giorno o poche ore intorno a persone che durano un intero mese e poi viene rilasciata una certificazione di qualificazione. L’apertura di una scuola potrebbe non essere così semplice. Fare la differenza tra il più grande successo e il fallimento che è clamoroso è su tutta la qualità delle classi e la reputazione del presente in classe. Se le grandi aziende del settore e i marchi storici possono contare su chef stellati e chef internazionali, così come importanti chefitaliani e forse proprietari di ristoranti storici, per formare partecipanti ai corsi, per ottenere un imprenditore nuovo di zecca potrebbe non essere così facile trovare impiegati qualificati. E produrre le prime classi a prezzi competitivi. Per tutti coloro che non sono cuochi eccezionali ma semplici appassionati di cucina e che entrano in questo settore per la prima volta, senza aver avuto contatti nel ristorante o addirittura nell’industria della formazione, aprire una scuola di cucina in franchising potrebbe essere la più semplice, la meno costosa e l’opzione più conveniente da ogni punto di vista. Dal coaching al supporto per la gestione ordinaria, dal servizio all’apertura fino ai requisiti burocratici, passando durante l’identificazione del luogo perfetto, come la preparazione e la fornitura del software essenziale, ma anche e in materia di promozioni, campagne di comunicazione e marketing come così come la ricerca di allenatori e cuochi che prendono classi diverse, l’organizzazione madre può offrire ai suoi affiliati l’opportunità di aprire in breve tempo una scuola di cucina in franchising professionale e completa, utilizzando un posto privilegiato sul mercato attualmente in partenza.

Cosa serve, iter, costi e requisiti

Lanciare una scuola di cucina in franchising consente, come già detto, di sfruttare le capacità e le conoscenze di un business esperto e produttivo che ha già creato e analizzato una struttura che è garantita per essere efficace sul mercato. Insieme con l’aiuto e la guida del franchisor, per aprire una scuola di cucina dovrai inizialmente scoprire un luogo in cui tenere i corsi. Questo deve essere comodo, e abbastanza ampio, per adattare le aule dotate di cucine, forni, stufe, lavastoviglie, elettrodomestici, componenti di conservazione degli alimenti e degli utensili oltre alle cappe aspiranti standard (canna fumaria) per ogni singola postazione di lavoro con bruciatori o piastre. Successivamente sarà necessario attenersi ai corsi di formazione della propria azienda madre per apprendere non solo gli approcci e i metodi di gestione aziendale, ma anche i metodi di cottura semplici, le regole di conservazione e gestione dei pasti oltre alle specifiche dei prodotti e degli ingredienti trattati . In termini di procedura burocratica, sarà necessario, sempre con l’assistenza della comunità franchising, eseguire i seguenti passi: aprire una scuola di cucina da sola potrebbe richiedere più di 50.000 o 100.000 euro, in base alle dimensioni del locali, dei dipendenti assunti, e i costi per preparare la cucina insieme a utensili e attrezzature. Aprire una scuola di cucina commerciale potrebbe invece presentare strutture uniche per pagamenti, fonte di materie prime, pianificazione e acquisto (con leasing o prestito gratuiti) delle attrezzature e delle macchine necessarie, oltre all’assunzione di personale qualificato per le classi. Aprire una scuola di cucina in franchising, con una rinomata e consolidata freschezza, è in realtà possibile già con un investimento di 20.000/30.000 euro chiavi in ​​mano. I ricavi potrebbero essere interessanti, vanno da circa 20.000 a 40.000 euro all’anno. Ovviamente, l’apertura di una scuola di cucina in franchising ti permette di avere un’azienda avviata e basata a casa subito, con un marchio riconosciuto che garantirà istantaneamente un importante afflusso di consumatori oltre a maggiori guadagni e guadagni ogni anno. Ci sono tutte le scuole di cucina in franchising a cui puoi iscriverti qui a THIS LINK. QUI invece tutte le imprese di istruzione, in diversi settori.